Powerbridge™ e CPM – un abbinamento vincente con i moderni gruppi elettrogeni

Gli accumulatori di energia cinetica Piller si abbinano perfettamente con i moderni gruppi elettrogeni. Questi ultimi sono molto più affidabili, più veloci e più performanti rispetto al passato.

L’aumento dell’affidabilità tramite l'utilizzo di batterie come sistema di accumulo per coprire l’intervallo di tempo tra l'interruzione della rete e l'avviamento del gruppo elettrogeno, è un falso problema. Questo era vero alcuni anni fa, quando l'avviamento del genset richiedeva tempi decisamente più lunghi con logiche di gestione complesse, molto meno affidabili e quando non esistevano i data center moderni.

Oggi, parlando di ridondanza virtuale, di strutture senza personale e di procedure di spegnimento del data center complesse e inattuabili, l'attenzione non deve essere sulla autonomia delle batterie, ma sull’affidabilità del sistema nel suo complesso. Questo è diventato ancora più importante nel momento in cui il contenimento dei costi di gestione (Opex) è diventato prioritario nel progetto di un data center. Un’autonomia di lunga durata e una eccessiva ridondanza non sono la soluzione per eliminare i guasti delle batterie e i relativi imprevisti, come i rischi di incendio o di esplosione.

Dati rilevati sul campo mostrano che il 27% delle interruzioni di corrente nei data center sono causati da batterie difettose e il 3% imputabili ai mancati avviamenti dei gruppi elettrogeni attribuibili, quasi esclusivamente, al default delle batterie di avviamento. È evidente che l'eliminazione delle batterie migliori l'affidabilità di un data center.

I nuovi motori diesel per i gruppi elettrogeni sono affidabili nell’avviamento quanto i moderni motori per le automobili. Anche più gruppi in parallelo si avviano, si sincronizzano e sono pronti a prendere il pieno carico in meno di 15 secondi. Il Piller Powerbridge™ e il CPM offrono almeno il 30% di margine, in termini di tempo, oltre i 15 secondi*, consentendo, se desiderato, un ritardo nell'avviamento del diesel. Con questa soluzione, oltre il 98% di tutti i disturbi di rete possono essere gestiti dall'UPS in autonomia e, quando è richiesto l’avviamento del gruppo elettrogeno, il Powerbridge™ ha sufficiente energia per consentire il subentro dei generatori e garantire la continuità al carico. Questo è molto di più di quanto una installazione con batterie possa fare.

Piller ha oltre 7000 accumulatori cinetici in funzione, la maggior parte dei quali sono accoppiati a gruppi elettrogeni. Abbiamo le conoscenze e l'esperienza necessaria per garantire un abbinamento perfetto tra gruppo elettrogeno e UPS, per fornire un sistema più affidabile, sicuro e disponibile sempre e comunque.

*riferimento a CPM300

To watch the CPM demonstration click here


Informazioni su Piller

Piller è leader mondiale nella tecnologia di protezione dell’alimentazione elettrica. L'azienda costruisce sistemi per applicazioni mission critical in tutto il mondo. Tra i propri clienti sono comprese molte delle principali banche centrali e commerciali del mondo, borse valori e altre istituzioni finanziarie, nonché emittenti televisive, reti di telecomunicazione, aeroporti, enti governativi e operatori in co-locazione.

Fondata nel 1909 dall'ingegnere tedesco Anton Piller, da oltre un secolo la Piller ha la propria sede e stabilimento a Osterode e nella vicina Bilshausen, anche se oggi l'azienda ha filiali in tutta Europa, nelle Americhe, in Asia e in Australia e impiega oltre 1000 persone in tutto il mondo. Nel 2016 Piller Power System Inc., la filiale statunitense di Piller Group GmbH, ha acquisito Active Power Inc, lo specialista nel campo degli accumulatori cinetici.

Piller Group è una divisione del gruppo inglese nel settore dell'ingegneristica e dell'industria, Langley Holdings plc.